Sabato 23 ottobre, dalle ore 18:00, il CAOS – Centro Arti Opificio Siri inaugura l’attesa grande mostra “La galleria dantesca di Virgilio Alterocca. Cento cartoline illustrate tra reale e virtuale” dedicata alle cartoline illustrate stampate da Virgilio Alterocca agli inizi del Novecento, che valsero al ternano la medaglia d’oro all’Esposizione Internazionale di Milano del 1906.

La grande mostra su Dante ed Alterocca punta ad unire classico e contemporaneo in un’unica proposta. All’esposizione delle cento cartoline in Sala Carroponte, curata da Francesco Santaniello, si aggiunge l’allestimento, presso la Sala Ronchini, di un percorso multimediale e immersivo completamente dedicato alla Galleria Dantesca, curato da Euromedia Srl.

L’esposizione durerà fino a domenica 23 Gennaio, dal giovedì alla domenica, con un biglietto d’ingresso di 5 euro e una speciale scontistica riservata agli studenti, che potranno usufruire di una tariffa ridotta di 3 euro.

In occasione dell’evento inaugurale, l’accesso alle sale sarà per tutti gratuito e il curatore Francesco Santaniello terrà un’esclusiva presentazione, illustrando dettagliatamente al pubblico la mostra.

L’impresa Alinari-Alterocca

Nel 1900 la ditta Alinari di Firenze bandì la prima fase del “Concorso nazionale per una edizione de La Divina Commedia novamente illustrata da artisti italiani”. Dopo la pubblicazione del primo volume (Inferno, 1902) Vittorio Alinari provvide a completare il progetto, voluto per celebrare il cinquantesimo anniversario della società, invitando altri artisti a cimentarsi nella trasposizione figurativa dei versi danteschi e nel 1903 diede alle stampe la monumentale edizione de La Divina commedia novamente illustrata da artisti italiani, corredata da ben trecentoottantotto illustrazioni fra collotipie e autotipie.

L’anno successivo, mentre stava curando il volume Cento disegni della Divina Commedia novamente illustrata da artisti italiani (Firenze 1905) Vittorio Alinari si accordò con l’imprenditore ternano Virgilio Alterocca per la riproduzione di cento illustrazioni in formato cartolina.

Stando alle notizie riportate dalla stampa ternana, le prime ventisette cartoline dantesche furono commercializzate a partire dal mese di marzo del 1904. L’iniziativa fu accolta con grande interesse e un cronista de “La Turbina” scrisse che la Galleria dantesca “oltre a essere nel suo insieme una squisita opera d’arte e un omaggio al Grande Poeta Nazionale, è anche altresì opera di pensiero e un invito a riprendere in mano la Divina Commedia”. 

Nell’aprile del 1906 le cento illustrazioni fornite da Alinari erano state stampate in fototipia nel formato della cartolina postale e all’Esposizione internazionale di Milano, Virgilio Alterocca presentò la serie completa come significativo esempio di una pregevole produzione di arte industriale che, a sua volta, definiva un chiaro panorama delle tendenze artistiche del momento.

Dalle cartoline storiche a una sala digitale e immersiva

Nella mostra “La galleria dantesca di Virgilio Alterocca. Cento cartoline illustrate tra reale e virtuale” verranno esposte le cento cartoline Alterocca e i tre preziosi tomi della Divina commedia Alinari, proponendo un nuovo confronto tra le illustrazioni e le riproduzioni in formato cartolina.

Ma non solo…

L’allestimento multimediale e immersivo all’interno della Sala Ronchini del CAOS, dedicato alla rielaborazione in digitale di alcune scene delle cento cartoline della Galleria Dantesca di Virgilio Alterocca, nasce con l’intento costituire una modalità innovativa di percepire i contenuti artistici delle opere, gli aspetti scenici, generando suggestioni ed emozioni!

Proiezioni sincronizzate su tre pareti dalle grandi dimensioni faranno rivivere le atmosfere dantesche attraverso doppiaggi, animazioni, suoni, musiche ed effetti e daranno vita alle splendide opere artistiche contenute all’interno delle cartoline illustrate.

Come da normativa vigente, per l’accesso all’inaugurazione e alla mostra sarà richiesto il possesso della Certificazione Verde Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *